DICHIARAZIONI CARMINE SCHIAVONE PDF

Sul mattino di Napoli un articolo sulle richieste del Pd di fare chiarezza sulle dichiarazioni del boss casalese Carmine Schiavone, secondo See More. Cugino di Francesco Schiavone, รจ stato l’amministratore e consigliere del clan dei casalesi prima, collaboratore di giustizia poi. Le sue dichiarazioni hanno. Il rampollo della famiglia Schiavone, il primogenito Nicola inizia a mietere le prime Al momento centinaia di pagine di verbali con dichiarazioni etero e auto .

Author: Gardam Kazile
Country: Haiti
Language: English (Spanish)
Genre: Science
Published (Last): 24 September 2005
Pages: 463
PDF File Size: 2.68 Mb
ePub File Size: 2.6 Mb
ISBN: 796-8-61429-201-5
Downloads: 56492
Price: Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader: Yozshushicage

Quelle di legno soprattutto tra i politici, tra gli imprenditori, tra i faccendieri.

La sentenza “azzera” i vertici dei casalesi: Nel pubblico come nel privato, non si muoveva una foglia se i dicbiarazioni del clan non erano messi al corrente e davano il lascia passare. Gli ultimi due sono latitanti. Dieci lunghi anni di processi nel corso dei quali i Casalesi hanno continuato a spadroneggiare, uccidere, intimidire.

Francesco Schiavone, detto “Sandokan”, boss dei casalesi.

La Cassazione conferma la sentenza Sedici ergastoli contro i Casalesi –

Negli ultimi tempi infatti la cosca, decimata dagli arresti e dalla decisione di collaborare con la giustizia di altri boss e gregari, appare in cerca di nuovi equilibri ma non affatto rassegnata a deporre le armi.

Non solo appalti per le forniture e lavori. Ma chi assiste chi ha il coraggio di farlo? E forse non si sbagliava. Qualcuno ha osato paragonarlo a Peppuccio Romano. Il clan aveva alzato la posta. Login Registrati Bentornato, Esci. Industriali dei crimini ambientali. La sentenza fu emessa dal collegio, presieduto dal giudice Raffaele Magi, il 15 settembre Le coincidenze non esistono. Oggi ci sono sulla scena politico-amministrativa aversana i figli, i nipoti, compari.

  FABORY CATALOGUS PDF

In particolare, diventano definitive le condanne per Antonio Basco 21 anniLuigi Diana 16 anni, oggi pentito ; Nicola Pezzella 15 anni. Del loro modus operandi, tra i tanti, ha raccontato tutto ai magistrati il collaboratore di Giustizia della fazione bidognettiana, il monnezzaro cesano Gaetano Vassallo: Quella delle poltrone ministeriali, dei bottoni, dei compromessi.

E mai per caso. Sette anni il primo grado sentenza il 15 settembre con 21 eragastoli inflitti e 95 condanne complessive: Era un affiliato al clan Schiavone. Qualche giorno fa sono stato a Casal di Principe e a Caserta per ribadire l’impegno del PD contro la camorra e a fianco dei cittadini onesti.

Sangue e cemento in odore di piombo. Delitti, spesso portati a termine con la tecnica della lupara bianca, compiuti allo scopo di acquisire il potere all’interno del clan, rimarcare il predominio nella gestione degli affari illeciti e ridurre alla ragione quegli alleati che aspiravano ad accrescere il proprio ruolo entrando in conflitto con i capi storici. Le indagini sono in corso. Nella Terra di Gomorra la storia si ripete come altrove. E se uno crede in quello che fa lo deve fare sempre.

Ho potuto misurare il clima di tensione e di pressione che i clan cercano di imporre in quelle terre.

Navigazione articoli

Fu arrestato in un blitz nel insieme ad esponenti della fazione riconducibile al capo induscusso Francesco Schiavone alias Sandokan. Dieci anni e mezzo vanno al collaboratore di giustizia Carmine Schiavone. In Toscana cure migliori. E mentre i capi minacciavano in auladdichiarazioni gregari sparavano nelle strade, terrorizzando pentiti e collaboratori di giustizia.

  DATAMAX I-4212 PDF

Quel piombo che fece stramazzare al suolo don Diana aveva un peso specifico diverso. In cambio di protezione e soprattutto vil danaro. Confermata in toto schiiavone sentenza della Corte d’appello di Napoli. Sono complessivamente 30 le condanne inflitte dalla prima sezione della Corte di Assise di Appello di Napoli presidente Raimondo Romeres, giudice a latere Maria Rosaria Caturano.

Basta individuare la testa. I colpi di scena nel panorama criminale nostrano non sono cosa da poco.

Enfant prodige della politica, a soli 19 anni diventa consigliere comunale nella sua Casal di Principe. Oltre ai sedici ergastoli, la suprema corte, in particolare, ha rigettato e dichiarato inammissibili anche i ricorsi di altri otto imputati per i quali sono state confermate le condanne dai 3 ai 20 anni. Nicola Schiavone aveva un nome e una stirpe da difendere.

Servono, sono utili e ben vengano nuove collaborazioni. Anche se due boss sono latitanti Francesco Schiavone, detto “Sandokan”, boss dei casalesi.

Nella terra del famigerato clan dei casalesi anche i morti e i feriti sono fonte di guadagno. Roberto Saviano ascolta la sentenza nell’aula bunker di Poggioreale Pressphoto. Un omicidio eccellente, opera di dichiaraziono esperte. Il clan dei casalesi ha ramificazioni ovunque. Da qualche mese ha iniziato a collaborare con la Giustizia. Parola di Michele Zagaria.